Buone Feste Solidali

albero illuminato1

TERMINA UN ANNO STRAORDINARIO

Cari Amici di Francesco, Cari Donatori

Stiamo chiudendo un altro anno di grande soddisfazione per le iniziative della nostra Onlus, che registrano sempre maggiori riscontri positivi.

A Brescia, il Centro Riabilitativo Francesco Faroni per bambini affetti da disturbi dello spettro autistico miete riconoscimenti scientifici, ma soprattutto è amato dai piccoli che lo frequentano e dalle loro famiglie. Da tale grande sintonia è nato quest’anno il libro “Autismo Pensieri e Parole” nel quale alcune famiglie che frequentano il Centro che sosteniamo raccontano “il difficile e meraviglioso mondo dell’autismo attraverso il quotidiano di genitori, parenti e amici di bambini e ragazzi speciali”. Presso la Onlus abbiamo ancora qualche copia del libro per chi volesse farne un omaggio natalizio. Richiedetecelo pure via mail.

A Roman continua l’incessante impegno degli amici del Don Calabria che a Casa Francesco animano le attività di bambini e ragazzi per doposcuola, cultura e ricreazione, incontri con i genitori, giochi collettivi, educazione sanitaria. Quest’anno l’attività si è estesa anche ai Grest estivi esterni alla Casa, nei paesi vicini con grandissima accoglienza della gente. Nel frattempo il grande ed affettuoso Fratel Adrian è diventato diacono.

A Milano, presso la Casa della Carità di don Colmegna si è ormai consolidato il progetto di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, che arrivano sul nostro territorio lasciando alle loro spalle storie tristi di indigenza e di dolore. Con Casa Francesco vogliamo offrire non solo un riparo, ma soprattutto un percorso di inserimento positivo nella nostra società con scuola, formazione e lavoro perché il futuro sia per loro e per noi una storia positiva da vivere insieme, passando dalle tante parole vuote alle prove concrete della solidarietà. Anche quest’anno abbiamo quindi provveduto ad alcuni dei bisogni della Casa ed agli arredi necessari.

In Bangladesh la differenza tra il benessere e una vita grama, tra un sorriso e una malattia endemica si può giocare anche in un semplice bicchier d’acqua; per questo abbiamo sostenuto la Progetto Uomo Rishlipi International Onlus per costruire un depuratore per le comunità dei villaggi nella zona del distretto di Satkhira - dove la Rishilpi è presente con le sue scuole - dotato di tecnologia appropriata, nel senso che è stato assemblato con materiali facilmente reperibili in loco ed è manutenibile dal personale locale.

Consultando il presente sito della Onlus, potrete capire l’importanza del progetto del Bangladesh per le comunità fuoricasta e godere della riconoscenza che ha riservato alla nostra Onlus, così come approfondire tutte le altre nostre iniziative. Ma non solo: troverete anche traccia di una bellissima storia di collaborazione che abbiamo favorito mettendo in contatto Rishilpi con gli operatori del Centro Autismo, ed in particolare Mariella Fenini (esperta nella cura dell’autismo), che da due anni col marito si trasferisce per un mese in Bangladesh per alleviare, anche là, le fatiche dell’assistenza ai bambini affetti da questo problema. Una nuova avventura nella quale la nostra Onlus ha fatto da rete di comunicazione mettendo in sinergia due realtà che nemmeno si conoscevano!

A conferma della bontà delle iniziative che abbiamo sposato, quest’anno abbiamo avuto anche la grande soddisfazione che il Centro Autismo di Brescia e la Casa della Carità di Don Virginio Colmegna hanno ricevuto il premio “Cittadino Europeo 2018”, assegnato dal Parlamento Europeo ai cittadini che, con impegno concreto e quotidiano, praticano i valori della solidarietà, della comprensione tra i popoli, del sostegno ai più deboli e dell’integrazione europea nelle sue radici più genuine. Come avevamo già anticipato, si tratta di un riconoscimento eccezionale (”Honouring Exceptionals Europeans”, come recita il Premio) e che, fatto ancor più sorprendente, ha visto premiate ben due delle quattro iniziative che sosteniamo, a fronte di poche decine di riconoscimenti a livello di intera Unione Europea. Per celebrare questi eccezionali riconoscimenti lo scorso 19 ottobre abbiamo organizzato un secondo charity dinner (che si è aggiunto al nostro consueto evento di febbraio), con davvero tante presenze di vecchi e nuovi sostenitori.

Chiudiamo quindi un anno davvero straordinario nel quale tutte le nostre iniziative godono di grande salute, riescendo soprattutto ad incontrare sempre di più i bisogni per cui la Onlus è nata e svolge - nel suo piccolo - il proprio lavoro.

Alla fine di questo anno di attività desideriamo ringraziare di cuore ancora una volta tutti coloro che ci sono stati vicini, che ci hanno aiutato a continuare la nostra opera mettendo, ogni tanto, in secondo piano la vita quotidiana con tutto il suo carico di impegni e preoccupazioni. Sapete che ogni singolo euro di tutte le donazioni, di qualunque importo, finisce sempre solo ed esclusivamente alle iniziative che sosteniamo, senza nessuno spreco perché tutto il funzionamento della Onlus si basa sulla gratuità di ciascuno.

Vi chiediamo quindi di starci sempre vicini (chi volesse associarsi trova tutti i riferimenti sul nostro sito), in questo Natale o nelle prossime occasioni di incontro dandoci la forza di aiutare sempre più bambini e ragazzi a vivere una vita dignitosa, piena di opportunità e se possibile felice.

Noi tutti insieme possiamo mantenere viva la nostra “catena della solidarietà” e possiamo continuare a credere che si può “fare bene” e “fare del bene” semplicemente evitando di distogliere lo sguardo dalla fatica di vivere di tanti ed in particolare dei nostri fratelli più piccoli.

Tanti carissimi auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo a Voi tutti e ai Vostri Cari!

Maurizio Faroni con tutto Il Consiglio di Amministrazione della Onlus

2collega


e-max.it: your social media marketing partner