La Casa di Roman

La cittadina di Roman (Romania) conta una popolazione di circa 70.000 abitanti; negli anni 80 e 90 si era affermata come uno dei più importanti centri industriali della regione di Neamţ ma in seguito ad un periodo di crisi economica molte fabbriche hanno subito delle riorganizzazioni o sono state definitivamente chiuse; questo ha rappresentato un serio danno per gli abitanti di Roman, il 50 per cento dei quali oggi non ha un lavoro. 

IL PRIMO PROGETTO

Il Centro diurno per ragazzi e Casa Famiglia della cittadina di Roman, vicino a Bacau in Romania, rappresenta il primo progetto a cui la Onlus Amici di Francesco ha scelto di dare il suo sostengo. Il progetto, promosso dall’Opera Don Calabria, presente a Bacau dal 1998, si propone lo scopo di offrire servizi di assistenza socio-sanitaria ai ragazzi di Roman; gli adolescenti costituiscono infatti quella parte di popolazione del tutto priva di un’adeguata formazione culturale, sociale e sanitaria e quindi più bisognosa di un’azione rivolta in questo senso.

LA DISOCCUPAZIONE

L’alto tasso di disoccupazione ha indotto le persone a spostarsi verso l’Europa occidentale per cercare lavoro; secondo dati risalenti al 2011 a Roman nell’80 per cento delle famiglie è migrato almeno uno dei genitori e il 20 per cento di esse vede l’allontanamento di entrambi.
Questa situazione si ripercuote negativamente sulla situazione giovanile e determina spesso l’abbandono scolare, la delinquenza giovanile e il vagabondaggio.

LA CARENZA EDUCATIVA

A Roman esiste una grave carenza educativa, determinata appunto dall’abbandono, dalla mancanza di mezzi da parte dei genitori o, talvolta, dal loro disinteresse per la formazione dei figli.

IL PUNTO DI RIFERIMENTO

Molti i giovani soffrono la mancanza di punti di riferimento e di un sostegno per poter esprimere le proprie doti e qualità personali. Proprio a colmare in parte questa carenza sono destinate le attività del Centro diurno Don Calabria. I lavori per la realizzazione del Centro diurno Don Calabria sono stati inaugurati il 31 marzo del 2007 per concludersi nella primavera dell’anno seguente. Determinante è stato il sostegno prestato dall’Onlus.

UN AMBIENTE PROPOSITIVO

Ogni giorno si svolgono molteplici attività presso il centro di Roman. Doposcuola, cultura e ricreazione, incontri con i genitori, giochi collettivi, educazione sanitaria.... A questo proposito riteniamo particolarmente interessante pubblicare una lettera di Don Giovanni Bombieri, della Comunità calabriana romena, che ci invita a mantenere uno speciale punto di attenzione su questa meritoria realtà.

NUOVI CONTENUTI EXTRA  

Nel video bordato di Verde i bambini fanno i compiti. In quello bordato di Rosa si scatenano nel ballo, infine in quello Arancio una breve fotopresentazione allietata da un sottofondo di musiche balcaniche.

e-max.it: your social media marketing partner