Casa della Carità

PERCORSO PER I NON ACCOMPAGNATI

La Fondazione Casa della Carità nasce nel 2002 a Milano dalla volontà del Cardinale Carlo Maria Martini di dare vita ad un luogo di ospitalità gratuita per gli ultimi degli ultimi, al fine di accompagnarli ad un’autonomia individuale e che nel contempo fosse spazio di riflessione ed elaborazione culturale sui temi della marginalità sociale. Considerata la grave situazione internazionale e la particolare pressione migratoria cui l’Italia è sottoposta, la Casa della carità ha lanciato un progetto di accoglienza di minori stranieri non accompagnati, avviando una comunità in due appartamenti già gestiti dalla Fondazione. Gli appartamenti si trovano a Milano in Via Ucelli di Nemi (sud-est Milano) ed all’interno della comunità verrà offerta la possibilità a 10 ragazzi, tra i 16 e i 18 anni, di compiere dei percorsi di accompagnamento all’autonomia attraverso l’accoglienza residenziale in questi alloggi protetti.

PER UN'AUTONOMIA REALE

Qui i giovani, con passi graduali ma costanti, verranno aiutati ad acquisire le basi per un’autonomia “reale”. Con l’inizio dell’accoglienza nell’alloggio protetto, la persona verrà accompagnata verso il raggiungimento di un’autonomia complessiva, quindi sociale, lavorativa, abitativa. Il lavoro dell’equipe si concentrerà sull’autonomia in diversi ambiti:
• la cura di sé, degli altri, degli spazi, delle risorse economiche;
• la gestione e la coltivazione delle relazioni con i familiari in Italia o nel paese di origine;
• la socialità e la conoscenza del territorio;
• la formazione e l’avviamento lavoro;
• la ricerca di una soluzione abitativa in linea con le proprie esigenze.
La delicatezza della fase di vita dei ragazzi accolti richiede la copertura del servizio da parte del personale educativo 24 ore su 24. La nostra Onlus ha quindi deciso di aiutare il progetto attraverso un intervento finanziario per far fronte alle spese complessive di avvio della comunità...

NUOVI CONTENUTI EXTRA  

Nel documento apribile con un click sul Pennino nero in campo giallo, la lettera di ringraziamento per l'adozione da parte nostra del progetto "minori stranieri non accompagnati". La firma è di don Virginio Colmegna.

Nel video bordato di Verde le attività creative ed artistiche degli ospiti della casa.

1riempi
1riempi

  

 

e-max.it: your social media marketing partner